Eventi Sacri di Anima: Nascita e Morte

Inserito in Grazia Foti Articoli

Nascita e Morte
 
Eventi Sacri di Anima: Nascita e Morte
 
 

Nascita e Morte rappresentano i momenti più sacri di un’intera esistenza terrena: Anima sceglie come dove e quando venire al mondo, ma sceglie anche come uscire dall’incarnazione.

 
Qualsiasi sia il tipo di morte attraverso la quale vai nell’oltre, è stato già deciso da te.. anche se non ricordi.
Non ricordi con la mente ma senti.
Tanto più tieni aperto il cuore e i canali del sentire, intuire e percepire, tanto più riceverai messaggi del compimento, di eventi stra-ordinari come nascita e morte.

Ci sono persone più sensitive, che sono in grado di riconoscere e interpretare subito questi segnali sottili ma potenti. Altre sono meno sensibili e altre per niente.
Ma chiunque.. potrà successivamente ricomporre un puzzle, di quanto e di come, le Entità Spirituali ti siano state intorno, durante il compimento di momenti sacri quali entrare e uscire dalle incarnazioni volute da Anima.
 
 
Mettiamola così.. secondo le antiche tradizioni esoteriche (dalle quali ha attinto anche il cristianesimo), insegnamenti ai quali non credo, ma che sento e sentivo già prima di studiare, Anima va via quando ha terminato di compiere la missione terrena per la quale si è incarnata e per svolgere la quale, ha dovuto usare un involucro fisico.
Nel corso della vita terrena, il piano di Anima ci sfugge. A meno che lavorando su noi stessi riusciamo ad avere un tipo di comprensione della realtà, meno mentale e più spirituale, o meglio quando integriamo spirito e materia. Quindi essere meno identificati, con cose eventi e situazioni che ci allontanano dal centro e ci fanno vivere in superficie.
Il disegno di Anima si dispiega man mano si cresce nei corpi e si evolve in spirito.

La morte in genere è un passaggio individuale conforme all’esistenza terrena vissuta dall’essere.

Maestri risvegliati e perfettamente integrati su tutti i piani, decidono consapevolmente di morire. Gli altri non sono in grado di farlo, poichè talmente identificati nella materia, dimenticano la loro Anima.
Per cui chi muore travolto da una macchina, ad esempio, non ha scelto di farsi investire, ma Anima.. giunto il momento, ha richiamato a sè l’evento.

E’ tuttavia fondamentale essere preparati ogni giorno a morire in pace, altrimenti i passaggi successivi alla morte fisica, in cui si sosta a tempo non definito nella dimensione astrale, possono essere dolorosi e non più gestibili da un sistema nervoso che media tra ragione ed emozioni. Se si muore con rabbia ci troveremo nella stessa nostra rabbia, che può assumere le fattezze di un demone.

La morte ha un grande potere trasmutativo: si trasforma chi va e si trasforma chi resta.

 
 
Grazia Foti
Naturopatia Integrata

 
 
Ambiente Olistico staff
 
 

Eventi Sacri di Anima: Nascita e Morte