Ascorbato di Potassio nel gatto e cane: una protezione naturale dai tumori

Inserito in Naturopatia Integrata per Animali Olistica Pet

ascorbato di potassio nel gatto e cane
 
Ascorbato di Potassio nel gatto e cane: una protezione naturale dai tumori
 

Ascorbato di Potassio nel gatto e cane: una protezione naturale dai tumori e dalle malattie degenerative poichè svolge una potente azione antiossidante. Si è rivelato un elemento basilare, nella gestione delle patologie tumorali.

Ostacola lo stress ossidativo dovuto all’eccessiva produzione di radicali liberi, protagonisti dell’innesco di alterazioni cromosomiche, che creano il terreno adatto alla proliferazione tumorale.
 
L’Ascorbato di Potassio con D-Ribosio è un sale ottenuto dall’Acido Ascorbico (vitamina C) facilmente solubile in acqua. Si ottiene mettendo insieme acido L-Ascorbico, potenziato con D-Ribosio e Bicarbonato di Potassio, in forma cristallizzata purissima.
Il preparato interviene come “correttore di terreno”, per riequilibrare i meccanismi che sono all’origine dei processi degenerativi ed agisce anche per potenziare la risposta immunitaria dell’organismo alle aggressioni di “agenti esterni”. La presenza del ribosio aumenta l’efficacia del composto in virtù della sua potenziale attività catalitica. Si capisce quindi l’importanza di una corretta prevenzione basata sull’impiego di Ascorbato di Potassio con Ribosio. Per l’assenza di tossicità e di effetti collaterali (a meno di intolleranza alla vitamina C) l’assunzione del composto può essere protratta a tempo indeterminato.
 
 
Ascorbato di Potassio: il suo utilizzo è indicato sia nei casi di ridotto apporto di acido ascorbico o ribosio sia in casi di stress psico-fisico, in quanto l’integrazione con acido ascorbico, per la sua forte azione antiossidante, è in grado di combattere e prevenire fenomeni di degenerazione cellulare, come dimostrato da gran parte della documentazione clinica esistente.

Ribosio: in quanto precursore dell’ATP (adenosintrifosfato) è in grado di aumentare le riserve energetiche dell’organismo, favorendone al contempo l’azione energetica e/o il rapido recupero in caso di deficit. La sua valenza sta anche nella sua alta digeribilità, nella facilità con cui viene assimilato dalle cellule che lo immagazzinano nel citoplasma e nel basso dosaggio a cui è attivo; è inoltre l’unico principio attivo assimilabile per bocca in grado di sviluppare una produzione energetica vitale per l’attività muscolare (ATP). La funzione principale del Ribosio nel composto è legato alla sua azione catalizzatrice per “velocizzare” il trasporto di potassio nel citoplasma cellulare.
 
 

Nell’organismo umano e animale, i processi metabolici di base a livello cellulare sono di tipo bio-chimico-fisico. Il corretto funzionamento cellulare è regolato da quattro cationi: Sodio, Calcio, Potassio e Magnesio, attraverso i processi di legami reversibili che influenzano le reazioni di ossido-riduzione. In particolare il Potassio è considerato il catione guida (cofattore) dei processi metabolici intracellulari. L’organismo sano si contraddistingue per il corretto funzionamento della pompa Sodio-Potassio. L’acido ascorbico, che è un fortissimo antiossidante, si comporta come “veicolo trasportatore” per il Potassio, mantenendo o riportando la sua concentrazione intracellulare ai valori corretti. Infatti uno squilibrio di questo catione è il segnale che l’organismo è a rischio di processi degenerativi e porta come conseguenza lo sbilanciamento degli altri cationi. Il ribosio svolge un ruolo importantissimo nel metabolismo cellulare ed è precursore fondamentale dell’RNA (Acido RiboNucleico) e dell’adenosina (componente di base per la produzione di ATP). La sua assunzione orale viene metabolizzata e non va ad interferire con la glicolisi.

La Ricerca: La ricerca sull’Ascorbato di Potassio con D-Ribosio viene condotta dalla Fondazione Internazionale Valsé Pantellini insieme con il Dipartimento di Sanità Pubblica dell’Università di Parma, con il Dipartimento di Pediatria, Ostestricia e Medicina della Riproduzione dell’Università di Siena e con il Dipartimento di Anatomia dell’Università di Malta. I risultati di queste collaborazioni sono stati presentati al Congresso che la stessa Fondazione Pantellini ha organizzato presso la propria sede spagnola nell’Aprile 2006. Le caratteristiche antiossidanti e non tossiche del composto sono state evidenziate dal lavoro sviluppato fra il 2000 ed il 2001 con l’Istituto di Mutagenesi e Differenziamento del C.N.R. di Pisa. La stessa Fondazione Pantellini è stata invitata, nel Giugno2003, a presentare una relazione negli Stati Uniti all’Università del Connecticut in occasione della Conferenza Internazionale NPA su tali sviluppi della ricerca.

Ascorbato di Potassio nel Gatto e Cane con D-Ribosio è un sale ottenuto dall’acido ascorbico, facilmente solubile in acqua, che si ottiene mettendo insieme acido L-ascorbico (vitamina C), D-ribosio e bicarbonato di potassio in forma cristallizzata purissima. I componenti, già dosati, devono essere protetti dall’umidità e dalla luce, essendo igroscopici e fotosensibili (particolarmente l’acido ascorbico). Inoltre l’acido ascorbico ed il ribosio devono essere mantenuti separati dal bicarbonato di potassio.
 
 

INOLTRE..
L’Ascorbato di Potassio nel Gatto e Cane con D-Ribosio migliora l’assorbimento del ferro, contribuisce all’accrescimento delle ossa. Aumenta inoltre la resistenza alle infezioni e potenzia il sistema immunitario.
Utile anche durante la crescita del cucciolo. Nei piccoli una carenza di vitamina C, è responsabile di patologie scheletriche e di accrescimento. Problemi attribuite esclusivamente alla genetica che in realtà sono spesso l’espressione di una cattiva alimentazione.
 
 

ASSUNZIONE
La soluzione di Ascorbato di Potassio nel Gatto e Cane con D-Ribosio si ottiene sciogliendo i componenti in 20 ml di acqua che poi viene dosata in base alle esigenze individuali. Per evitare possibili fenomeni ossidativi, si consiglia di non utilizzare cucchiaini metallici per miscelare i componenti.
Si deve somministrare agli animali lontano dai pasti, il momento migliore, sarebbe per tutti, la mattina 15/20 minuti prima del primo pasto. Tuttavia nel Gatto è sconsigliata questa modalità, poichè avendo un pH dello stomaco particolarmente acido, uno stimolo a stomaco totalmente vuoto potrebbe provocare il vomito. Per cui nei Gatti è consigliabile utilizzarlo dopo qualche ora dal primo pasto.

 
 
N.B. Ovviamente essendo il cancro una malattia multifattoriale, non è sufficiente utilizzare unicamente Ascorbato di Potassio con D-Ribosio. Ma dopo aver valutato una serie di parametri, si formula un insieme di trattamenti naturali che volendo possono essere utilizzati parallelamente ai farmaci prescritti dal medico. Potremmo dunque definire L’Ascorbato di Potassio con D-Ribosio, come è uno dei correttori di terreno che agisce sui processi biologici, che contribuisce a riequilibrare la differenziazione cellulare in caso di cancro.
Ottimamente tollerato.. si tratta però di un principio attivo per cui la somministrazione va modulata individualmente. Va personalizzata, dopo aver valutato la tollerabilità e funzionalità degli organi specie del rene. L’utilizzo di Ascorbato di Potassio nel Gatto e Cane con D-Ribosio, può essere associato ad una serie di rimedi naturali eventuali farmaci allopatici ed un regime alimentare naturale e controllato.
 
 

ASCORBATO DI POTASSIO.. non a caso è stato portato in auge non contro il cancro. Ma per mettere semmai l’organismo in condizioni di potersi difendere ripristinando l’omeostasi.

LOTTARE CONTRO LE MALATTIE è un atteggiamento perdente perchè vuol dire lottare contro se stessi.
La malattia non è qualcosa che arriva da fuori ma si struttura dentro di noi, in maniera più evidente il tumore.
Nel corso della vita abbiamo avuto tutti vari tumori di cui non ci siamo accorti: si formano e si riassorbono da soli, oppure rimangono silenti. Alcuni invece crescono.

Il guerriero non è chi lotta contro la sua malattia, ma colui che affronta i propri demoni interni e spesso la malattia arriva proprio per tras-formare i condizionamenti autolimitanti. Per potersi ri-scoprire e ri-affermare.
Un passaggio di tras-formazione alchemica può arrivare attraverso una vita che prosegue in maniera diversa e più consapevole, oppure attraverso un cambiamento radicale che è quello della morte.
La malattia va accettata, capita e semmai trasmutata.
La trasmutazione non è un processo mentale avviene nel profondo, non si pianifica ma si percepisce coi sensi sottili.
I sensi sottili vanno allenati perchè a scuola non ci vengono insegnati…
e così via per risalire alla Fonte.
(vale per noi vale per gli animali che stanno con noi)
 
 
Grazia Foti
Naturopatia Integrata

 
 
Ambiente Olistico staff
 
 

Ascorbato di Potassio nel gatto e cane: una protezione naturale dai tumori