Attraversando il Lutto: Insieme nel Tunnel dal Buio alla Luce

Inserito in Grazia Foti Articoli

Attraversando il Lutto

 

Attraversando il Lutto: Insieme nel Tunnel dal Buio alla Luce
 
 

Attraversando il Lutto: Insieme dal Buio alla Luce.. Il lutto è un archetipo collettivo che riguarda le vite di tutti noi.

Come momento di separazione, rappresenta sicuramente una prova, ma anche un cambiamento estremo.
E’ un passaggio dal buio alla luce che si compie insieme al trapassato, anche se in un’ apparente distanza, che in realtà non esiste, ma è solo percepita.

Insieme si entra in un tunnel e insieme si percorre un passaggio obbligato nella vita che cambia.

Un lutto, una perdita sul piano fisico, può sancire un rapporto più profondo, diverso sicuramente. Ma non c’è niente da dimenticare c’è solo da tras-formare.
Cambia la visione, cambia la comunicazione, cambia la percezione.
Ma la sostanza del legame creato rimane e diventa più reale: assume cioè un carattere più intimo e completo, non più mediato dalla personalità ma unicamente animico.
 
 
Chi se ne va da questo piano di esistenza terrena, lascia a noi un’eredità animica che va riconosciuta e accolta.
Nulla è perduto e nulla è distrutto, ma tutto è più presente di prima, in uno stato di coscienza diverso, a cui spesso non siamo abituati.
Mi pare fu anche Einstein ad affermare che “niente si distrugge ma tutto si trasforma”.
Chi si mette in ascolto può percepire la certezza del contatto sottile che prosegue. Quell’energia è tangibile e ti avvolge che tu lo sappia o no.. che tu lo creda o no.
La relazione tra anime non è più vista nei termini di una quotidianeità, ma nell’arco di un intera esistenza e acquista un significato immensamente più ampio di quello circoscritto ai limiti dei cinque sensi.
Un lutto ti sta insegnando che è FOLLE collocare la tua Essenza nei termini di una sola esistenza, che corre veloce, ed è un invito a guardare oltre le identificazioni del quotidiano.
 
 
La morte non è una fine, ma il completamento della vita.
E’ un traguardo altamente evolutivo per la coscienza umana e serve a sperimentare la continuità dell’essere.

 
 
Steiner indica un metallo “Cuprum” per vivere la relazione col trapassato in maniera equlibrata e per superare l’inevitabile ferita astrale che inizialmente non permette di aprirsi all’ascolto.
Cuprum unguento si può spalmare sul plesso solare e reni, si può anche assumere oralmente..
Il Rame (Cuprum) metallo di Venere, rappresenta un potente rimedio per riarmonizzare le forze astrali.
 
 
Man mano che si scioglie il dolore più denso, la nebbia si dirada e arriva una chiara visione.
Chi fugge dal lutto e non si concede di viverlo fino in fondo, butta via un dono che ha un significato talmente sacro, da farci cogliere il senso REALE della nostra presenza in terra.
 
 

“Il mio amore fedele finora ti ha circondato; continua ora a circondarti immutato; ti sostenga come forza dello spirito come finora ti ha illuminato nella presenza visibile” R. Steiner

 
 
Grazia Foti
Naturopatia Integrata

 
 

Ambiente Olistico staff
 
 

Attraversando il Lutto: Insieme nel Tunnel dal Buio alla Luce