Insufficienza renale nel gatto. I rimedi che aiutano

Inserito in Cure Naturali per Gatti

Insufficienza renale gatto
 
Insufficienza renale nel gatto. I rimedi che aiutano
 

Insufficienza renale nel gatto. I rimedi che aiutano. Cure naturali Salva Reni e Terapie Integrate. Rimedi ESSENZIALI per gestire al meglio, questa patologia renale dei Gatti, che a causa, soprattutto, del cibo industriale tossico, soffrono sempre più precocemente di malattie ai reni e di IRC Felina.

 
La funzione dei RENI è essenziale alla vita ed è quella di filtrare le sostanze di scarto presenti nel sangue espellendole tramite l’urina. Questi organi inoltre, sottendono la regolazione dei minerali contenuti nell’organismo e della pressione sanguigna, nonché della produzione di ormoni vitali. Per questo motivo, il loro corretto funzionamento è fondamentale per tutto l’organismo e qualsiasi problema a loro legato può portare a gravi conseguenze. L’Insufficienza Renale dei Gatti è una condizione frequente in particolare nei gatti sempre più giovani, che nutriti con cibo confezionato (crocchette e scatolette), sviluppano facilmente la forma cronica di questa malattia renale.
 
 
IRC: L’Insufficienza Renale Cronica consiste in una progressiva, lenta e persistente riduzione della funzione renale a causa di una distruzione irreversibile delle unità funzionali del rene (nefroni costituiti da glomeruli, tubuli e vasi, che sono indispensabili per l’eliminazione dell’urina e che sono circa un milione per rene nel soggetto sano) e di un conseguente declino della velocità di filtrazione di tali unità (filtrato del glomeruli o GFR.
 
IRA: L’Insufficienza Renale Acuta è una condizione di rapido deterioramento dei reni e della loro funzione. La condizione precipita nel giro di pochi giorni o poche ore. Una o più cause possono, infatti, danneggiare gravemente le delicate strutture vascolari e nervose che compongono i reni, con la formazione di tessuto cicatriziale che colpisce vasi sanguigni e tessuti ostacolando la funzionalità. Provoca uremia, ovvero l’accumulo nell’organismo e nel sangue di sostanze azotate e urea che vengono filtrate dai reni e hanno un effetto tossico. Può essere classificata come prerenale, postrenale e renale. Si tratta di una condizione grave, che può essere anche fatale, ma se diagnosticata e trattata precocemente è reversibile.
 
 
CAUSE Insufficienza Renale Gatto
 
– Ipertensione e altre patologie cardiache (insufficienza cardiaca)
– Infezioni batteriche
– Reazioni ai farmaci che causano uno shock circolatorio
– Malattie metaboliche come ipercalcemia e iperuricemia
– Insufficienza epatica
– Terapie con farmaci chemioterapici, antibiotici o anti-infiammatori
– Intossicazione alimentare da sostanze chimiche o metalli pesanti
– Ostruzione delle vie urinarie di varia natura
 
 
SINTOMI Insufficienza Renale Gatto
 
– Aumento della sete
– Aumento della minzione
– Inappetenza
– Apatia
– Dimagrimento
– Disidratazione
– Gastrite uremica
– Ulcere nel cavo orale (nelle fasi più avanzate)
 
 
Proteine SI Proteine NO
Quando le proteine superano il normale fabbisogno del Gatto che assume un determinato alimento, l’eccesso determina un sovraccarico per il fegato e reni, che hanno il compito di eliminare i prodotti del metabolismo proteico.
Le DIETE INDUSTRIALI, formulate per Insufficienza Renale nel Gatto, NON hanno queste caratteristiche in quanto contengono scarti dell’industria alimentare. Troppi additivi chimici che i reni NON metabolizzano.
Una dieta iperproteica è ovviamente dannosa per una patologia renale, ma è ugualmente nociva, una carenza di proteine.

Altro aspetto fondamentale nel Gatto con IRC, è la drastica riduzione del consumo di sale, che si annida nascosto negli alimenti di produzione industriale (basta assaggiarli.. sono pieni di sale).

Rimedi Insufficienza Renale Gatto Cure Naturali Omeopatia
 

I Rimedi Omeopatici e naturali in genere, per essere efficaci, vanno sempre associati ad un’acqua priva di sedimenti e ad una sana Dieta Naturale Salva-Reni per la salute renale. Con un’alimentazione priva di sodio, con MENO proteine e fosfati, per evitare ulteriori danni renali. Utilizzando proteine di alta qualità e altamente digeribili.
Un carnivoro deve comunque cibarsi di proteine, ma in questo caso dovranno essere una quantità un pò ridotta rispetto alla norma. Sarà essenziale scegliere della VERA CARNE, fresca, di ottima qualità e possibilmente biologica, da somministrare con una cottura breve per mantenere al massimo la digeribilità.
Si può invece aggiungere alla carne, un po di verdura come zucca e la zucchina.
Inoltre vanno usati integratori a base di Omega 3 meglio se vegetali. Come olio di semi di Ribes Nero insieme a vitamine del gruppo B. Integrazione di Potassio (quando serve), probiotici di qualità, per aiutare l’eliminazione delle scorie azotate. Il supporto di liquidi è fondamentale.
Il mantenimento dell’equilibrio ACQUEO nel corpo è essenziale, e quindi sono categoricamente da evitare cibi secchi, che oltre che caricare fegato e reni di ulteriori veleni, sottraggono acqua. A questo proposito è bene utilizzare in dosi da stabilire, terapia idratante sottocutanea. Con l’uso di soluzione fisiologica, senza però esagerare nel quantitativo.
 
 
Gemmoterapici sicuri per Insufficienza Renale
 
In un “mare magnum” di fitoestratti esistenti in rete alcuni possono essere usati con un buon margine di sicurezza e altri no. E’ bene prestare attenzione all’uso di fitoestratti utilizzati in alcune patologie feline, poichè spesso sono principi attivi nefrotossici. Quindi attenti ai dosaggi e a monitorare il pet durante l’assunzione degli stessi.
Quelli più sicuri per malattie renali, tranne una ipersensibilità individuale verso il principi attivo, sono i seguenti GEMMOTERAPICI :

Betula Pubescens è uno dei diuretici più efficaci in quanto è un potente eliminatore di cloruri, dell’urea e dell’acido urico. È inoltre il fitoestratto migliore, nel favorire il ricambio cellulare di sodio e potassio. Viene impiegata anche in caso di reumatismi, calcolosi, nefrite, albuminuria (perdita di proteine con le urine), gotta e aumento del colesterolo nel sangue.
(NON usare in caso di: gastrite, reflusso, nausea, vomito e diarrea)
 
Fagus Sylvatica è un altro dei rimedi particolarmente utile per rigenerare i RENI. Il Fagus è uno dei più importanti drenanti renali, che cura tutti gli stati di affaticamento di questi organi emuntori, specialmente in fase iniziale, così come la ritenzione idrica, la nefrite e la calcolosi. Il Faggio previene renella e infiammazioni.
(NON usare in caso di: gastrite, reflusso, nausea, vomito e diarrea)
 
Olea Europaea è un fitoestratto con un’azione ipotensiva, ipoglicemizzante, utile per trattare ipertensione, insufficienza renale, patologie dei reni e come coadiuvante nel diabete. La pianta è utilizzata in Fitoterapia sottoforma di Macerato Glicerico anche per le sue proprietà febbrifughe e diuretiche, ha inoltre azione spasmolitica ed antiossidante.
(NON usare in caso di: gastrite, reflusso, nausea, vomito e diarrea)
 
Alcuni di questi fito-rimedi sono contenuti in preparati per animali, però ricordiamo che quasi tutti gli integratori per animali contengono additivi chimici.
 
N.B. Non usare questi gemmoderivati in caso di: vomito, nausea, reflusso, gastrite, diarrea o altre patologie per le quali sono controindicati.
 
 
CHELANTI DEL FOSFORO
L’uso dei chelanti del fosforo nei malati di nefropatie, è un arma a doppio taglio: sono efficaci per abbassare i livelli sierici di fosforo, ma inducono ipercalcemia e aumentano la calcificazione vascolare. E’ comunque bene escludere i chelanti del fosforo che contengono alluminio. Molte diete industriali per IRC contengono carbonato di calcio che si accumula nelle arterie.

 
 
Ciò che si può realmente fare con terapie naturali e Omeopatia per Insufficienza Renale Gatto, seguendo determinati accorgimenti, è frenare la degenerazione del tessuto renale, preservando quello che è rimasto sano, in modo da rendere la qualità di vita dell’animale buona e farlo vivere più a lungo possibile e nel migliore dei modi. Ci sono Gatti affetti da IRC, che vivono anche fino a 20 anni ! Non dimentichiamo inoltre che l’organismo, soprattutto animale, mette in atto meccanismi di compensazione alle malattie, per cui non bisogna rompere delicati equilibri naturali che si sono creati nel tempo, attraverso l’uso di terapie aggressive.
 
 

PARLIAMO DI..
 
Solidago Compositum Heel è un medicinale omeopatico che ha affinità con i RENI e l’apparato urinario. Risulta pertanto utile in caso di disfunzioni renali:
Disfunzioni acute e croniche dei reni e delle vie urinarie: cistiti, cistopieliti, nefrolitiasi, idronefrosi, nefrosi, glomerulonefriti, nefrosclerosi, enuresi notturna, incontinenza urinaria, primo stadio dell’adenoma prostatico. Stimolazione dell’escrezione renale nei casi di iperidrosi, eczemi.

Composizone
Solidago D3, Berberis D4, Vesica Urinaria Suis D8, Pyelon Suis D10, Ureter Suis D10, Urethra Suis D10, Terebinthina Laricina D6, Mercurius Sublimatus Corrosivus D8, Arsenicum Album D28, Cuprum Sulfuricum D6, Bucco D8, Hepar Sulfuris D10, Capsicum D6, Orthosiphon Stamineus D6, Equisetum Hiemale D4, Pareira Brava D6, Cantharis D6, Apisinum D8, Baptisia D4, Natrium Pyruvicum D10, Pyrogenium.
 
 

PARLIAMO DI..
 
SIN 14 Igeakos è un medicinale omeopatico che, secondo la tradizione omeopatica, è consigliato in tutti quei casi dove è richiesta un’azione diuretica, depurativa e di stimolo al riequilibrio della funzionalità renale.
Utile quindi nei casi di: Iperazotemia, Oliguria, Albuminuria, Ritenzione idrica, Edemi.

Composizione: Apis Mellifica 6 DH, Berberis Vulgaris 4 DH, Betula Alba 4 DH, Betula Verrucosa 4 DH, Equisetum Arvense 4 DH, Fagus Sylvatica 4 DH, Fraxinus Excelsior 4 DH, Ilex Aquifolium 4 DH, Juniperus Communis 4 DH, Natrium Muriaticum 6-9-12-15 DH, Pareira Brava 4 DH, Petroselinum Sativum 4 DH, Rene 4 CH, Rubus Idaeus 4 DH, Solidago Virga Aurea 4 DH, Vescica 7 CH in anaparti

 
 
I DOSAGGI e la scelta dei vari prodotti disponibili in commercio, vanno personalizzati e non sono mai uguali per tutti. Ogni animale risponde assai diversamente ai rimedi usati, in base alle cause, ai sintomi, allo stile di vita, all’intensità della malattia e ad altri fattori concomitanti da valutare.

 
IN CONCLUSIONE.. i Fattori di Rischio per i Reni del Gatto sono dunque tutte le sostanze tossiche sia endogene che esogene che derivano dal grande inquinamento ambientale, dovuto a: cibo industriale, metalli pesanti nefrotossici, pesticidi per parassiti, vaccini, uso prolungato di farmaci.
E’ decisamente consigliato un approccio Olistico per gestire IRC Felina.

 
 
Grazia Foti
Naturopatia Integrata

 
 
Ambiente Olistico staff
 
 

Insufficienza renale nel gatto. I rimedi che aiutano