Vittime Maghi e Servitori Risvegliare la Macchina Biologica Salvatore Brizzi

Inserito in Evoluzione Personale

Vittime Maghi e Servitori
 
Vittime Maghi e Servitori Risvegliare la Macchina Biologica Salvatore Brizzi
 
 

Vittime Maghi e Servitori Risvegliare la Macchina Biologica di Salvatore Brizzi… Le persone seguono un sacco di metodi con lo scopo di “attrarre la vita che vogliono”: affermazioni, visualizzazioni, intenzioni, focalizzazione sugli obiettivi, intercettazione delle varianti, tecniche di liberazione emozionale (EFT); impiegano ore a cercare di immaginarsi già in possesso d’una vita magnifica.

 
 
Questi sono i metodi che fanno parte della Magia e chi li pratica spesso è stato un Mago in vite precedenti. Concernono una fase importante nell’evoluzione della coscienza, in quanto si collocano un passo avanti rispetto alla “psicologia della vittima” a cui ancora si aggrappa il 90% delle persone.
A un certo punto però… smettono di funzionare. Ti ritrovi in una fase di stallo.
 
 
Ciò non è di per sé negativo; significa semplicemente che è arrivato il momento di compiere un ulteriore passo.
Esiste infatti una fase ancora superiore: colui che è al servizio del Divino.
Se il tuo unico scopo è pensare a Dio, allora Dio penserà a ciò di cui tu hai bisogno. “Pensare a Dio” significa ritrovare la fede nella perfezione dell’esistenza.
Partiamo dal presupposto che la Vita/Dio sappia cosa è meglio per noi, mentre il nostro ego non ha le idee molto chiare.
 
 
Ritrovando questa fede, hai accesso ai miracoli.
Paradossalmente, più ti impegni per attrarre risultati nella tua vita, più energia sprechi e meno sei sicuro di ottenerli, mentre quando ti affidi e accetti di metterti al servizio di qualcosa di più grande… ti verranno richieste solo le energie indispensabili a realizzare la tua parte nel servizio… e ciò di cui hai bisogno ti verrà dato in più.
 
 
Testo tratto dal libro: Risvegliare la Macchina Biologia di Salvatore Brizzi
 
 
Ambiente Olistico staff
 

Vittime Maghi e Servitori Risvegliare la Macchina Biologica Salvatore Brizzi