Credenze Codici Interiori in Ombra: Anatomia di un Destino

Inserito in Grazia Foti Articoli

Codici Interiori
 
Credenze Codici Interiori in Ombra: Anatomia di un Destino
 
 

Le credenze e le convinzioni, originate dall’ambiente in cui sei cresciuto e ti sei formato e deformato, diventano potenti Codici Interiori, che agiscono in maniera rapida ed automatica, dei quali non sei cosciente “non avendo occhi per vedere”.

I Codici Interiori, per nulla coerenti tra loro, hanno il potere di direzionare la tua vita.
Per questo motivo, i meccanismi automatici di re-azione inconscia, sono molto più veloci della mente conscia e quindi totalmente fuori dal tuo campo decisionale.

Questo aggregato di Codici Interiori sono ciò che chiami IO… che nulla hanno a che vedere con la tua vera essenza

L’Altra Faccia della Luna in Te
Nel TUO mondo ombra operano potenti forze che determinano il tuo destino.
Quando qualcosa che desideri o pianifichi non accade, vuol dire che dentro di te ci sono codici limitanti più forti.
Questi sono carichi di intenzioni inconsce, ben differenti da semplici aspirazioni.
I codici si trovano ancorati nella parte OMBRA del tuo inconscio e al di sotto della tua ordinaria coscienza
La parte ombra CONTROLLA la Legge di Attrazione e Risonanza

Questa Legge Sacra e Ineludibile è in accordo col sentire e NON riconosce la sete egoica, che alberga nel piano mentale delle credenze e che obbedisce alle regole della meccanicità re-attiva.
Per vivere in coerenza con il Sè superiore devi aprire il varco che ti sta separando da esso.
Un allenamento quotidiano.. per passare il comando all’Anima.
 
 
Tanto più credenze e congetture sono cristallizzate dentro di te, tanto più ti dominano.
Quando infatti ciò che accade è il contrario di ciò che coscientemente desideri e vuoi realizzare, è perchè si è attivato un Codice Interno di cui non sei assolutamente cosciente.
L’agglomerato di Codici che porti dentro di te è tanto più potente, tanto più rimane oscuro e non riconosciuto.

Quando le credenze ti governano, non sei in grado di raggiungere l’autorealizzazione essendo soggetto e continuamente distratto dalla Legge dell’Accidente di cui parla Gurdjieff.
La vita dell’uomo-macchina è appunto controllata dall’accidente, mentre man mano si diventa conspevoli di ciò che le influenze accidentali diminuiscono.
 
 

La brutta notizia è che: si stima che l’insieme di Codici Interiori di cui siamo energeticamente strutturati, sia il 90% del nostro essere e sono tenuti insieme e ben radicati, da una notevole energia catturata nel tempo.

La bella notizia è che: puoi acquisire potere sui Codici Interiori controbilanciando la loro struttura energetica, con qualcosa di molto più potente che è il ricordo di Sè che abita oltre la personalità.
 
 
L’emissione vibrante interiore, con cui ti esprimi ogni istante al mondo che ti circonda, è composta dai tuoi Codici Interiori ed in perfetto accordo con la Legge di Attrazione o di Risonanza, determina ciò che l’Universo ti rimanda.
Questa legge universale non può essere elusa in nessun modo, fa parte della vita stessa e nessuno può ingannare la vita, per cui: disprezzare, giudicare, ingannare, equivale a ricevere le stesse identiche cose.
Per questo motivo è bene vigilare attentamente, sulla tua emissione vibrante.
 
 
COSI’ come dreno il corpo da sostanze tossiche accumulate nel tempo per far spazio alla rigenerazione dei tessuti, mi depuro dalle credenze limitanti che non consentono al NUOVO di esprimersi nella mia vita.

Le credenze diventano Codici Interiori secondo i quali ci muoviamo nel mondo.
Sono ancoraggi paragonabili ad una sostanza materica accumulata a livelli profondi del nostro essere, un tipo di materia che si cristallizza e gestisce la nostra esistenza senza che noi ne siamo consapevoli.

I Codici sono eredità di illusioni e apparenze che sono stati tramandati e appresi sin da bambini, nella vita intrauterina e in vite precedenti.
I Codici Interiori possono diventare un vero e proprio buco nero che ci risucchia energia vitale.
La via d’uscita è acquisire consapevolezza di noi stessi nell’adesso che ci abita, come un ri-conoscimento di chi siamo in origine oltre ruoli e maschere.

Rimanere ancorato alle tue credenze e convinzioni equivale allo stato di sonno, dare spazio al Sè è assolutamente risvegliante. Ti permette di fare delle scelte coscienti e responsabili. Di condurre e non di essere condotto, da ciò di cui ti lamenti.. ma che tu stesso hai generato.
 
 
L’atto di osservarsi fa emergere i “codici” che portati alla luce iniziano a sciogliersi e a perdere potere.

 
 
Grazia Foti
Naturopatia Integrata

 
 
Ambiente Olistico staff
 
 

Credenze Codici Interiori in Ombra: Anatomia di un Destino