Il campo informato e il percorso nella malattia

Inserito in Grazia Foti Articoli

campo informato
 
Il campo informato e il percorso nella malattia
 

Il Campo Informato che si crea intorno al malato durante il suo percorso nella malattia, può rallentare o favorire il processo di guarigione.

Sappiamo che “l’energia segue il pensiero” ed emozioni negative appesantiscono il bagaglio energetico del malato che ha maggiori difficoltà a mettere in atto il movimento spontaneo di omeostasi.
Paura, pre-occupazione, ansia, angoscia e tristezza si diffondono nell’ambiente astrale e diventano forze contrarie alla cura e alla guarigione.

L’Energia fluisce dove si concentra l’attenzione. Ciò contro cui combatti si fortifica.. Dando attenzione stai nutrendo ciò su cui ti concentri.

La società promuove l’idea che la guarigione debba essere rapida e voloce, in modo da tornare presto performanti e redditizi per Matrix.
Ma non funziona mai così.. il sistema immunitario impiega il tempo necessario utile a ri-crearsi e a ri-creare equilibri momentaneamente perduti e spesso sbilanciati dall’uso improprio di farmaci.
Inoltre il “metodo” della guarigione sbrigativa incrementa il diffondersi di ceppi virali e batterici particolarmente aggressivi, che passano più facilmente da un organismo all’altro.
Ad esempio: ho l’influenza vado lo stesso in ufficio e contribuisco alla diffusione dei virus.
Quando assumi o somministri un rimedio curativo, il contenuto intrinseco proprio del rimedio, è poca cosa rispetto alla vibrazione con cui lo carichi e che informa il campo quantico.
In base al tuo stato di coscienza e dunque con ciò che emani, sei in grado di modificare tutto quello che passa per le tue mani.
Sappilo
Che fare ..
Rispettare tempi ed equilibri personali, senza calcoli, diventa fondamentale.
Nel mentre malato e malattia vanno essenzialmente accolti e accettati come fasi della vita, utili allo sviluppo e alla crescita.
 
 

LA VITA OLTRE LA DIAGNOSI
Spesso le persone rimangono ferme nello sconforto di una diagnosi infausta, quando viene comunicato loro l’esito di esami sfavorevoli. Fanno scelte frettolose, guidate da emozioni negative, come: paura, ansia e tavolta panico
Ma c’è un “oltre la diagnosi”.
La malattia è un percorso che sappiamo dove comincia e mai dove va a finire. Nessuno è in grado di sapere cosa realmente avverrà, perchè una patologia può prendere varie direzioni. Lasciamo aperte tutte le possibilità sia di guarigione e sia di trasformazione, senza accanimento terapeutico, ma con una celebrazione alla vita che si sta manifestando.
Cosa cambia dentro di noi e dentro di loro dopo una diagnosi?
Sicuramente ciò che accade dopo, è in stretta relazione con il nostro stato di coscienza e quindi con la nostra modalità personale di affrontare l’evento.
Vale per noi e vale per loro.. che in questo caso diventano grandi insegnanti.
 
 
LOTTARE CONTRO LE MALATTIE
..è un atteggiamento perdente perchè vuol dire lottare contro se stessi.
La malattia non è qualcosa che arriva da fuori ma si struttura dentro di noi, in maniera più evidente il tumore.
Nel corso della vita abbiamo avuto tutti vari tumori di cui non ci siamo accorti: si formano e si riassorbono da soli, oppure rimangono silenti. Alcuni invece crescono.
Il guerriero non è chi lotta contro la sua malattia, ma colui che affronta i propri demoni interni e spesso la malattia arriva proprio per tras-formare i condizionamenti autolimitanti. Per potersi ri-scoprire e ri-affermare.
Un passaggio di tras-formazione alchemica può arrivare attraverso una vita che prosegue in maniera diversa e più consapevole, oppure attraverso un cambiamento radicale che è quello della morte.
La malattia va accettata, capita e semmai trasmutata.
La trasmutazione non è un processo mentale avviene nel profondo, non si pianifica ma si percepisce coi sensi sottili.
I sensi sottili vanno allenati perchè a scuola non ci vengono insegnati.
… e così via per risalire alla Fonte.
 
 

L’idea di “combattere” la malattia, è perdente in qualsiasi forma la si metta.
E’ proprio l’accettazione senza lotta e senza sfida, che favorisce la guarigione.
E’ bene rielaborare interiormente il concetto di equilibrio e salute, fidandosi delle capacità di autoguarigione sempre divinamente all’opera nei vari Regni di Natura.

 
 

Grazia Foti
Naturopatia Integrata

 
 

Ambiente Olistico staff
 
 

Il campo informato e il percorso nella malattia